Nel corso della nostra vita, avere a che fare con persone demotivanti che si pongono in modo aggressivo nei nostri confronti, soprattutto nella sfera lavorativa, può portarci in primo luogo a sviluppare uno stato di stress, causato dal sovraccarico di lavoro e dal consolidarsi di credenze negative, che se persiste nel lungo periodo può portarci al burn-out e quindi mettere a rischio non solo la nostra carriera, ma anche il nostro benessere.


Come evitare questo? Cambiare lavoro a volte non è possibile, o non è sufficiente per sradicare il problema alla radice. In base alle sue esperienze, come vittima di mobbing per lunghi periodi di tempo, Cristiana Branchini ha trovato la soluzione in un percorso di self-help che inizia dalla presa di coscienza di se stessi attraverso i precetti di alcuni rinomati autori e studiosi di psicologia.


Il primo, Albert Ellis (1913-2007), psicologo statunitense fondatore della Rational Emotive Behaviour Therapy, è considerato il precursore delle terapia razionale emotiva e terapia cognitivo-comportamentale. In particolare, per affrontare i traumi causati da un ambiente di lavoro negativo, è opportuno focalizzarsi su quelli che Ellis chiama irrational beliefs (IB), ossia le convinzione rigide e irrealistiche tipiche delle persone nevrotiche. Questi soggetti tendono ad abusare dei “devo assolutamente” e tendono ad “orribilizzare” gli eventi, portandoli a procurarsi emozioni distruttive e quindi comportamenti autolesivi; attraverso l’analisi razionale e la confutazione di tali IB, il paziente può comprendere i propri errori e modificare le proprie credenze, razionalizzandole.

L’altro autore da cui Cristiana Branchini ha tratto ispirazione è Chris Johnston, medico e psicologo inglese, che proprio dopo aver subito un burn-out e aver vinto una causa contro il sistema sanitario nazionale britannico, ha teorizzato un metodo per apportare cambiamenti positivi alla propria vita, tramite strumenti di miglioramento motivazionali e un processo di problem solving creativo, descritto nel testo “Trova il tuo potere” e adottato dall’autrice per alcuni esercizi proposti nel libro.

Infine, chi è interessato all’argomento perché vittima di mobbing, di un contesto lavorativo ostile o anche solo interessato ai temi del self-help attraverso concetti esposti con chiarezza ed esempi pratici applicabili da subito nella nostra vita professionale e privata, può trovare uno strumento utile in Idee per sopravvivere in un ambiente di lavoro ostile” di Cristiana Branchini, un saggio breve ma ricco di spunti di riflessione e auto-miglioramento, disponibile come ebook su Amazon al prezzo di 0.99€.