“I Misteri di Red Maples” di Cira Intermite è una duologia Fantasy per ragazzi, che ricevuto numerosi riscontri per la forte attualità dei temi trattati (il rapporto tra uomo e natura, e la dimensione “magica” di quest’ultima); questi due libri sono stati  anche adattati in un balletto, all’interno del progetto nazionale “Leggere per ballare”. Recentemente, l’autrice ha pubblicato una nuova edizione dei romanzi con Antonio Dellisanti Editore: un’ottima occasione per scoprirli, non trovate?

 

In “Gli incantesimi della natura” la storia è ambientata nella cittadina del Vermont (nel nord degli Stati Uniti) che dà il nome a questa duologia, Red Maples, un villaggio immerso nei boschi dalle atmosfere fiabesche. Qui vive una famiglia, e in particolare due ragazzi vivaci e animati da una viva curiosità, Chloe e Danny, che insieme ad altri amici amano esplorare la natura che circonda il loro villaggio, compreso uno splendido lago: è in questi luoghi dall’aura magica che, nel corso di una delle loro avventure quotidiane, i ragazzi scopriranno alcune pagine che sembrano tratte da un libro di incantesimi Wicca. Qual è il legame di questo ritrovamento con i misteri dietro a Tom, un anziano del villaggio che vive isolato e riceve strane corrispondenze, e quali avventure attenderanno il giovane gruppo di amici, e l’intera comunità di Red Maples, che sembra vittima di una maledizione, come se avesse perso il legame con la natura che l’ha sempre contraddistinta? L’autrice ce lo svela con una prosa accattivante e in cui ragazzi e adulti possono facilmente immergersi. L’idea di esplorare i collegamenti tra realtà e fantasia attraverso una storia di mistero dove i protagonisti, oltre ai ragazzi, sono gli elementi della natura stessa, e i ben ricercati collegamenti con gli affascinanti culti Wicca rappresentano ben più di uno stratagemma narrativo, diventando una vera e propria chiave di lettura del romanzo.

“La magia del Ghiaccio” procede sulla strada già tracciata da “Gli incantesimi della natura” per offrirci un altro accattivante “mistery fantasy” che elabora e amplia le tematiche già presentate nel primo romanzo; lo stesso capitolo introduttivo, che ci presenta la figura del Gran Pa’, un antico e magnificente albero di castagno che sembra esercitare un ruolo attivo nella comunità di Red Maples, ci conferma che il tema di fondo è di nuovo il rapporto, a volte difficile e a volte sorprendente e mistico, tra natura e umani. Ritorna anche, come ponte tra realtà e fantasia, il libro magico presentato dall’affascinante professoressa Molly come “A molti di voi può sembrare un semplice libro, dei fogli di carta su cui qualcuno ha impresso delle parole, ma vi assicuro che è molto di più. Esso ha un’anima! Vive!”; gli abitanti del villaggio gli dedicheranno infatti una cerimonia per celebrare la sua nuova teca, per proteggerlo come un tesoro, quale del resto è, in coincidenza con il Natale. E ritornano anche Chloe, Danny, Mark e gli altri avventurosi ragazzi che già abbiamo conosciuto in “Gli incantesimi della natura”; quando qualcosa va storto e il libro sembra essere sparito, saranno proprio loro a guidare le indagini per ritrovarlo, grazie a una sensibilità e un’intuizione che invece sfuggono ai detective adulti… Anche questa volta la trama non ci nasconde colpi di scena, personaggi che rivelano un’indole ben diversa dalla loro apparenza, luoghi che nascondono una dimensione mistica, il tutto in un’atmosfera più cupa e ancora più emozionante del predecessore.

 

Nel complesso, la duologia di “I misteri di Red Maples” presenta numerosi elementi che la possano rendere un’ottima lettura per tutti i ragazzi dai 10 anni in su ma anche per i “grandi” che amano le storie dove la fantasia ci aiuta ad arrivare a un’interpretazione più completa della nostra realtà. Oltre all’attualità delle tematiche presentate, il principale punto di originalità di entrambi i romanzi sta secondo me nell’ottima caratterizzazione dei personaggi. I ragazzi che guidano a loro modo, cioè come un gioco avventuroso, le “indagini” sono amabili, curiosi, plausibili; a guidare i loro pensieri e le loro azioni  è la curiosità innata tipica della loro età, e si dimostrano più vicini alla natura e alle magie che essa nasconde, essendo ancora scevri dei preconcetti mentali tipici degli adulti, il cui approccio spesso troppo “razionale” non è efficace nel mondo di Red Maples. Anche i dialoghi che li coinvolgono, che testimoniano un’amicizia pura e intensa come spesso si vive solo a quell’età, si rivelano vividi, credibili, autentici; a tal proposito, è evidente l’ottimo lavoro dell’autrice Cira Intermite in termini di cura stilistica, rivelato da una lingua semplice e scorrevole, con descrizioni brevi ma evocative, che si potrebbe definire “naturale”, in coerenza del resto con il principale tema di fondo dei romanzi.

“Gli incantesimi della natura” e “La magia del ghiaccio” sono disponibili in formato ebook e cartaceo su Amazon.