I DRM (Digital Rights Management) sono, per capirci, i lucchetti virtuali che impediscono la copia o la diffusione illegale di un file. Nel caso degli ebook, i DRM vincolano il libro virtuale che avete appena acquistato all’unico dispositivo da cui è originariamente previsto l’accesso; la tutela dei diritti e la protezione (in realtà aggirabile) nei confronti della pirateria hanno finito per rappresentare una barriera rigida che ostacola una fruizione “liquida” su più dispositivi da parte dello stesso utente. Sarebbe come se, nel caso di un libro cartaceo, per evitare che il lettore faccia fotocopie del libro o lo distribuisca in modo illegale, l’editore lo legasse con una catena al comodino di fianco al letto costringendo il lettore a poterlo fruire solo in quel modo.

Noi di Nativi Digitali Edizioni riteniamo che l’esperienza dell’utente e la sua libertà a fruire nel modo che meglio crede dei prodotti (entro i limiti legali) siano più importanti di un meccanismo di tutela dei diritti che serve più spesso a creare vincoli di utilizzo e a generare frustrazioni che a difendere davvero l’editore e gli autori dalla pirateria. Pensiamo invece che un prezzo equo degli ebook e un sistema di diffusione multicanale che garantisca la visibilità delle opere e una migliore esperienza (di acquisto e di fruizione) da parte dell’utente sia una tutela più efficace di qualunque vincolo forzoso.

drm freePosto in ogni caso che vogliamo tutelare i diritti allo sfruttamento economico dell’opera (nostri e degli autori) e che siamo contrari ai fenomeni di pirateria (le opere di intelletto sono un bene che ha un valore), il “compromesso” che concilia le diverse esigenze si rivela quello dei Social DRM, basato su un sistema di marcatura del libro (watermark): quando un libro viene acquistato, viene “marchiato” con  il nome dell’acquirente e/o altre informazioni come l’indirizzo mail. Il Social DRM è quindi un’etichetta che identifica colui che ha comprato l’eBook. Attraverso questa stratagemma, nel caso di immissione del file sui circuiti peer to peer o di una diffusione impropria, è possibile rintracciare l’acquirente originale. E’ una soluzione che non crea nessun vincolo (siete liberissimi di creare una copia di backup o di usare il file su più di un supporto), a patto che venga rispettato il copyright, e che pertanto permette di tutelare l’autore, l’editore e il lettore allo stesso tempo.

Il servizio di Social Watermark è fornito da Stealth, che si occupa della distribuzione dei nostri ebook!
logo stealth