Libro di carta o ebook – Vogliamo smetterla di fare i tifosi?!

NDE Blog – Gli Ebook, l’Editoria e Tutto Quanto! dibattito Libro di carta o ebook – Vogliamo smetterla di fare i tifosi?!

Ok, è vero, abbiamo già pubblicato un articolo sulla contrappposizione – futile e immotivata – tra ebook  e cartaceo, e potete trovarlo qui. Oggi volevo provare a “mettere su carta” (si fa per dire) un mio viaggio mentale, dopo essere incappato nella solita trita e ritrita discussione su un gruppo Facebook e gli immancabili stereotipi sciatti e privi di significato sui libri digitali e di carta.

Mi sono reso conto che la diffidenza nei confronti della lettura in digitale – non sto parlando di chi l’ha provata e ha i suoi motivi per preferire la carta, ma di chi vede gli e-reader con fastidio, se non orrore – non deriva da un generale conservatorismo e nemmeno dalla diffidenza verso la tecnologia, ma sta sempre più diventando una questione di… tifo.
 

ebook o carta
Dalla nascita, costruiamo la nostra identità più sulla contrapposizione che sull’appartenenza.
Tifiamo la squadra X perché siamo contro Y e Z, votiamo il tale partito perché ci sta sulle palle un altro, aderiamo a una corrente di pensiero in contrapposizione a un’altra, compriamo la marca A perché ci rifiutiamo di comprare quella B, etc.
Conformare pensieri e comportamenti in questo modo è facile perché ci evita lo sforzo di ragionare. Ma, prima ancora di essere giusto o sbagliato, è vantaggioso per noi?

Scegliere di essere “contro” è facile. Troppo facile, a volte. Non dico di non cascarci spesso anch’io, anzi: è più divertente guardare una partita se tifi una delle due squadre e odi l’altra (beh, a meno che non perda la tua!). Però il vero tifoso è il primo ad ammettere quando la sua squadra gioca male, e quando gli avversari sono superiori, almeno in alcuni reparti. Ma il problema è un altro: il cartaceo e l’ebook non sono rivali come molti credono… ma due giocatori della stessa squadra!

Torniamo al mio dubbio iniziale: perché esistono ancora tante persone che guardano alla lettura digitale con disgusto? Che considerano gli ebook un nemico dei veri lettori? Per una concezione della lettura come passatempo “nobile”, contrapposto a quelli “volgare” come… beh, tutti gli altri. La tecnologia è quindi vista in contrapposizione al libro “naturale”, e l’ebook è quindi visto come un cavallo di Troia invece di un’opportunità di svecchiare il buon vecchio libro. Verrebbe da pensare che queste persone siano più affezionate alla tradizione e al rituale della lettura che al contenuto dei libri…

Torniamo all’analogia sportiva: il cartaceo è il capitano, ha esperienza, è più noto, conosce bene il suo mestiere e raramente incappa in errori veniali; non c’è da stupirsi se è il più amato! L’ebook invece è la nuova promessa, acquisto recente non ancora pienamente integrato nella squadra, che ogni tanto si mangia i gol e a volte si fa espellere per delle cretinate. Però, cavolo, risponde meglio ai nuovi metodi di gioco e spesso ha la fantasia per rilanciare le sorti di una squadra che sembrava destinata a giocare a metà classifica. E poi, contrariamente a quanto si creda, non vuole rimpiazzare il capitano, macché: è il suo idolo! Semmai, vorrebbe fare del suo meglio per un obiettivo comune.

Morale della favola? I recenti sviluppi del mercato del libro più maturo, quello USA, confermano che chi ama la carta non ha nulla da temere: è in buona salute (ma anche l’ebook non sta così male, nonostante i titoloni sbandierati da molte testate). Proprio  per questo, invece di intraprendere crociate contro i libri digitali, dovrebbe ringraziarli: le analisi di mercato dimostrano che molti si sono riavvicinati ai buoni vecchi libri proprio perché grazie al digitale hanno riscoperto il piacere della lettura.

Insomma, la morale è: ognuno ha diritto di leggere nel modo che preferisce (lo diceva anche Pennac, prima ancora che esistessero gli e-book), l’importante è, appunto… leggere; e qualche dato ottimistico in tal senso arriva finalmente anche in Italia…  e infatti anche noi, nati digitali, da quest’anno stiamo sperimentando i primi libri di carta… perché ricordiamolo, sono complementari, non esclusivi! 😉

 

 

By |2018-08-02T15:48:17+00:00aprile 28th, 2016|dibattito, editoria|0 Commenti

About the Author:

Editore, "smanettone di internet" e consulente di marketing editoriale. Mi occupo di tutto quello che gira intorno ai libri digitali, le visual novel e gli altri ibridi tra letteratura e tecnologia.

This Is A Custom Widget

This Sliding Bar can be switched on or off in theme options, and can take any widget you throw at it or even fill it with your custom HTML Code. Its perfect for grabbing the attention of your viewers. Choose between 1, 2, 3 or 4 columns, set the background color, widget divider color, activate transparency, a top border or fully disable it on desktop and mobile.

This Is A Custom Widget

This Sliding Bar can be switched on or off in theme options, and can take any widget you throw at it or even fill it with your custom HTML Code. Its perfect for grabbing the attention of your viewers. Choose between 1, 2, 3 or 4 columns, set the background color, widget divider color, activate transparency, a top border or fully disable it on desktop and mobile.