Self-publishing o casa editrice: perché non entrambi?

NDE Blog – Gli Ebook, l’Editoria e Tutto Quanto! consigli Self-publishing o casa editrice: perché non entrambi?

Ok, sono già passati quasi 20 giorni dalla #selfpubchat con StreetLib (ex Narcissus) e Michele Pinto di Wizard e Blackholes, ma con un tempismo degno da Ferrovie dello Stato vogliamo riproporvi parte di quel vivace dibattito (qui la trascrizione completa) . Il social network dai famosi 140 caratteri non serve infatti solo per spammare link o condividere frasi sagaci, ma anche per coinvolgere vari esperti, appassionati o semplici curiosi per confrontarsi su un tema specifico.

Nel nostro caso, il dibattito era intitolato “Self-Publishing o casa editrice” e sapevamo fin da subito quale sarebbe stato il responso generale, ovvero un “Perché non entrambi?”. Più interessante però, a nostro giudizio, le motivazioni dietro questa logica, e i vari spunti di approfondimento emersi. Ora, sarebbe fin  troppo facile ricamare un  articoletto sfruttando l’arguzia altrui. Quindi vi riproponiamo una sintesi di quelli che sono stati i tweet più significativi per noi, giusto per darvi qualche suggestione.

self publishing o editore

 

D1: Elenca (almeno) 3 vantaggi principali dell’autopubblicazione rispetto alla pubblicazione classica via casa editrice.

@Stefano_IB: 1) Controllo in tempo reale delle vendite 2) Modifico il libro quando voglio 3) Contatto diretto coi lettori

@michelepinto: un buon editore deve essere supporto nel contatto con il lettore

@marubuo: Il #selfpublishing permette di gestire dall’A alla Z il tuo libro con i rischi e vantaggi che possono derivarne

@Ndedizioni er gli autori il dialogo con i lettori sui social è molto importante (e giustamente!)

@MichelepintoGli editori devono spingere gli autori più pigri a incontrare i lettori. E vi assicuro che ce ne sono di autori pigri!

 

D2: Elenca (almeno) 3 vantaggi principali della pubblicazione via casa editrice rispetto all’autopubblicazione.

@Orazio_nelson Se l’editore è uno che investe:1)il supporto di un buon editor,2)progetto grafico dedicato,3)promozione

@axendr: Maggiore pubblicità e facilità nel partecipare ad eventi; consigli sulle scelte; zoccolo duro di lettori

@Caillean85: Possibilità di interazione diretta con il lettore è tra più grandi opportunità offerti dai social network

@Valeria_Oggero: forse una promozione autore – editore in contemporanea può avere maggiori risultati piuttosto che una sola delle due

 

D3: Autore ibrido: perché (o perché no) un autore dovrebbe considerare contemporaneamente entrambe le opzioni? #selfpubchat

@anncleire quello che serve ad un autore principalmente è l’editing esterno, di qualcuno che non sia un suo parente.

@lordmax10: Sì, decisamente sì. perché permette di crescere e imparare di fianco a chi già conosce il mestiere

@menstechnica bisogna essere razionali, alcuni progetti funzionano meglio con editori, altri con self publishing

@Ndedizioni Altro tema emerso: problemi di comunicazione con l’editore. Per fortuna non è sempre così!

@Narcissus_Ita ci sono generi che funzionano meglio con il #selfpub o viceversa con l’editoria trad?

 

D4: Auto-promozione: come e cosa cambia (se cambia) dall’autopubblicazione all’editoria tradizionale?

@Ndedizioni: la promozione con l’editore è come giocare a briscola a coppie. Senza collaborazione si perde!

@axendr: ottima strategia,far affezionare il lettore all’editore garantisce risultati sia per loro che per gli scrittori

@anncleire: secondo me a certe CE sfugge ancora il concetto di community sui social e il passaparola virtuale

@michelepinto: Far affezionare il lettore all’editore è difficilissimo. Si fa puntando sulla qualità. I risultati arrivano col tempo

@maruobuo: Credo che il successo di un libro dipenda al 90% da due fattori: contenuto che attira in breve tempo e copertina

 

D5: Lascerei una casa editrice per passare all’autopubblicazione (o viceversa) se…

@Ndedizioni: chi lascia casa editrice per autopubblicazione spesso lo fa per lacune dell’editore a livello promozione e comunicazione

@michelepinto: Un buon editore se mette dei paletti e dei vincoli è per il bene dell’opera.

 

D6: Self Publishing vs Casa editrice. Autopubblicazione sempre e solo come alternativa o anche opportunità?

@Ndedizioni: a prescindere da scelta self o editore: senza impegno, disponibilità e pazienza il successo non arriva

@Eassoluto: #selfpub come luogo di sperimentazione e di inizio.

@axendr: Per uno scrittore è fondamentale avere ed aggiornare:Blog, Pagina FaceBook, Mailinglist, twitter

@lordmax10: selfpub come scelta di eccellenza personale, se ripiego è fallimento automatico.

@PasserinoEditor: Il selfpublishing è una via interessante anche dal punto di vista di un editore, si possono scoprire dei talenti.

 

E voi che ne pensate? Volete aggiungere un vostro “tweet” anche fuori tempo massimo? No problem, ci sono i commenti!

Come pubblicare con noiServizi Editoriali per il self-publishing

By |2018-08-02T16:11:39+00:00luglio 27th, 2015|consigli, editoria|3 Comments

About the Author:

Editore, "smanettone di internet" e consulente di marketing editoriale. Mi occupo di tutto quello che gira intorno ai libri digitali, le visual novel e gli altri ibridi tra letteratura e tecnologia.

This Is A Custom Widget

This Sliding Bar can be switched on or off in theme options, and can take any widget you throw at it or even fill it with your custom HTML Code. Its perfect for grabbing the attention of your viewers. Choose between 1, 2, 3 or 4 columns, set the background color, widget divider color, activate transparency, a top border or fully disable it on desktop and mobile.

This Is A Custom Widget

This Sliding Bar can be switched on or off in theme options, and can take any widget you throw at it or even fill it with your custom HTML Code. Its perfect for grabbing the attention of your viewers. Choose between 1, 2, 3 or 4 columns, set the background color, widget divider color, activate transparency, a top border or fully disable it on desktop and mobile.